12 Agosto 2020
news
percorso: Home > news > Terni

La scomparsa del campione Ernesto Sabbati

17-02-2011 10:59 - Terni
La sezione di Terni "Falcinelli - D´Ercoli" dell´Unione Nazionale Veterani dello Sport è in lutto, insieme all´intero mondo sportivo, per la scomparsa di un´icona del pugilato, Ernesto Sabbati, che per due anni consecutivi è stato campione italiano pesi leggeri.
Davvero commossi i soci della sezione ternana lo ricordano con affetto ed ammirazione.
Nato a Milano nel 1933, il campione è cresciuto a Terni, dove il padre Nello si trasferì.
Fu proprio il padre a vietargli di frequentare la palestra perché non lo riteneva pronto al sacrificio.
Poi però durante il servizio militare ci sarà la svolta: conosce Nino Benvenuti, si impegna negli allenamenti e sostiene quattro match a Taranto poi al Flaminio di Roma con successo.
Subito i selezionatori della nazionale pugilistica Klaus e Rea lo vogliono in Germania per gli Europei.
Una carriera folgorante quella di Sabbati, nel 1956 prima dell´Olimpiade di Melbourne la grande occasione, per acquisire esperienza internazionale, Sabbati e Benvenuti vengono mandati in Inghilterra a sostenere alcuni incontri, che vincono.
Ma a Melbourne non andranno ugualmente.
Sabbati reagisce positivamente, vince per due volte il campionato italiano, poi davanti a trentamila spettatori conquista il titolo Europeo battendo il detentore Welinov e diventa uno dei migliori pesi leggeri in circolazione.
Per la pulizia tecnica della sua boxe viene definito "Il pugile che combatte con il libro in mano".
Purtroppo la sfortuna è dietro l´angolo, alla vigilia dell´Olimpiade di Roma viene bloccato da una acuta forma di otite che non gli permetterà più di salire sul ring.
Nonostante questo continuò a coltivare la sua passione nella sua palestra presso lo stadio Libero Liberati di Terni dove, tra l´altro, si è formato Massimo Deidda, il pugile ternano che ha conquistato il titolo italiano supergallo.
Chiuderà la sua carriera imbattuto, dopo aver vinto sessanta incontri.
Sabbati è stato insignito della Stella e della Palma d´Oro al merito sportivo del Coni e proprio il presidente provinciale del Coni Massimo Carignani commenta così la perdita di un campione della sua rilevanza: "Terni perde un uomo di sport che ha dato tanto alla sua città".
I cittadini ternani lo ricorderanno sempre con grande stima e simpatia, portando nel cuore le sue meravigliose imprese.


Ufficio stampa UNVS - Daniela De Benedictis

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account